Nuovi rischi - agricoltura

Assiteca Agricoltura “Grazie all’innovazione affrontiamo i nuovi rischi”

Michele Vimini, Amministratore Delegato di ASSITECA AGRICOLTURA, spiega alla testata “Agrifood.tech” come tecnologia e innovazione aiutano ad affrontare i nuovi rischi in questo settore.

 

 

“Negli ultimi anni abbiamo assistito a diverse trasformazioni nel mondo dell’agricoltura” afferma Vimini. “Dallo sviluppo biotecnologico, al crescente ricorso alle coltivazioni biologiche, dall’aumento delle produzioni intensive, all’introduzione delle tecnologie 4.0, fino al tema principale del mutamento del clima. Tutti questi cambiamenti portano con sé, ognuno per la sua parte, anche nuovi rischi”.

“Proprio a causa del climate change il mercato assicurativo ha subito perdite pesantissime e ha dovuto introdurre correttivi tecnici che limitano le coperture. Le aziende agricole devono sempre più coniugare tra loro strumenti diversi, potenziando la difesa attiva con nuove sistemi di prevenzione e integrando le polizze tradizionali con soluzioni di tipo assicurativo e mutualistico innovative, come le polizze parametriche”.

Molti sono i "nuovi rischi" che gli operatori del settore si sono ritovati a dover affrontare, oltre al mutamento del clima. Lo sviluppo bitecnologico, che ha portato a nuove varietà colturali, il ricorso crescente delle coltivazioni biologiche, con un occhio alla sostenibilità, fino alle coltivazioni intensive.
Si è reso quindi necessario un cambio anche nella gestione dei rischi in agricoltura, accompagnato dall'introduzione di strumenti più innovativi per minimizzare i danni.
Ai tradizionali strumenti di protezione, come le difese attive (si pensi ai sistemi antigrandine) o i più moderni sistemi di irrigazione, si affiancano ad esempio le stazioni meto evolute. Ma occorre tenere presenti anche le cosidette difese passive: si lavora, anche a livello europeo, per affiancare alle coperture assicurative più tradizionali nuovi strumenti di tipo assicurativo e mutualistico, come le polizze parametriche, i fondi di mutualizzazione, gli Income stabilization tools (IST), le assicurazioni dedicate al mondo dell’industria di trasformazione e delle cooperative per fronteggiare il rischio di mancato conferimento di prodotto o la riduzione dell’approvvigionamento provocato da condizioni avverse.

Le polizze parametriche

Le polizze parametriche vengono definite anche "index based" poichè sono legate a indici specifici, stabiliti in polizza e correlati al verificarsi di eventi definiti. Si tratta soprattutto di indici climatici, che fanno riferimento a temperature e alla quantità di precipitazioni, ma possono anche far riferimento a indici più comlessi basati su algoritmi.
E' questo l'aspetto più complesso, perchè occorre definire la correlazione corretta fra l'evento avverso che genera l'indennizzo e la perdita effettivamente subita, evitando la sovracompensazione.
Le polizze parametriche hanno il vantaggio di essere gestite in modo più semplice, grazie a procedure snelle, e vantano liquidazioni in tempi inferiori.

Il ruolo del broker assicurativo

ASSITECA fornisce soluzioni integrate al mondo dell'agricoltura, unendo consulenza e soluzioni personalizzate, con l'obiettivo di raggiungere una protezone più ampia possibile per le aziende.
Il broker assicurativo diventa parte attiva nel processo di risk management, effettuando un'analisi di tutti i fattori di rischio e avanzando soluzioni che possano anche creare nuove opportunità di sbocco sul mercato.
Gli strumenti di difesa, in questo senso, devono essere percepiti come un'investimento per l'azienda e un'importante opportunità di crescita e competitività.

COMPILA IL MODULO PER RICHIEDERE INFORMAZIONI