rischi imprese fase 2

Analisi dei rischi e polizze assicurative per le imprese nella fase 2

Condividi

 

Intervista a Gabriele Giacoma, Amministratore Delegato di ASSITECA, su "Affari e finanza - la Repubblica".

 

Per mitigare gli effetti di questa crisi l'attenzione primaria è volta a gestire il progressivo allentamento del lockdown, garantendo la salute pubblica e massimizzando il recupero dell'economia. Ad oggi non è possibile stimare il tempo necessario per un recupero completo, ma è plausibile che lo scenario "post Covid-19" conterrà elementi di forte cambiamento. Le aziende sono quindi chiamate a fronteggiare uno scenario di potenziali nuovi e specifici rischi che si aggiungono a quelli normalmente gestiti.

Gabriele Giacoma, Amministratore Delegato di ASSITECA, intervistato da “Affari e finanza - la Repubblica", afferma:

«ASSITECA è stata sempre al loro fianco nella fase dell’emergenza con servizi di consulenza e soluzioni assicurative per la gestione integrata dei rischi aziendali: dalla messa in sicurezza dei siti industriali, alla proposta di coperture sanitarie per i dipendenti, dalla consulenza sulla contrattualistica e sulla gestione della liquidità, ai piani per garantire la continuità operativa e la sicurezza informatica».

Oggi per organizzare la ripresa dell’attività va effettuata un’attenta analisi dei rischi emergenti, definendo da subito come prevenire le eventuali conseguenze negative. Una puntuale mappatura dei rischi consentirà infatti di attivare subito gli adeguati interventi e adottare i necessari nuovi presidi di prevenzione e protezione.
Contemporaneamente le imprese dovranno rivedere, ed eventualmente implementare, il loro programma assicurativo per mantenere inalterata la funzione delle polizze quale strumento di finanziamento dei rischi attraverso il trasferimento al mercato assicurativo. La gestione efficace della ripartenza deve necessariamente concentrarsi su un numero limitato di attività e focalizzarsi sulle aree aziendali maggiormente a rischio: Risorse Umane, Operations & Supply Chain, Legal & Compliance e Finanza.

Primo focus per le aziende è quindi la tutela della salute e sicurezza dei dipendenti, da attuare attraverso procedure e protocolli che permettano lo svolgimento dell’attività lavorativa con gli opportuni livelli di sicurezza. Tale sistema organizzativo potrà essere supportato e integrato dalla sottoscrizione di polizze a tutela dei dipendenti (infortuni, rimborso spese mediche, vita).
Un secondo tema è relativo alla sicurezza informatica: l’Italia è il secondo paese dopo gli Stati Uniti per numerosità di attacchi informatici, la ripartenza delle attività è sotto la minaccia di blocchi e perdite di dati. Fondamentale innalzare il livello di sicurezza interna e fare leva sul trasferimento del rischio con polizze dedicate al cyber risk.
Altro tema fondamentale è quello legato alla finanza: la crisi di liquidità è un rischio che le aziende devono affrontare quale diretta conseguenza di un periodo di lockdown prolungato nel tempo, che richiede di muoversi con velocità e cognizione di causa nel reperire le giuste risorse finanziarie. Dovrà essere definita un’attenta pianificazione finanziaria che consideri tutte le probabili difficoltà in termini di potenziale riduzione dei ricavi, allungamento dei tempi di incasso o innalzamento degli insoluti, così come di un indebolimento delle catene di approvvigionamento e distribuzione.
Infine tutte le previsioni fanno presupporre che all'inasprimento del contesto economico si accompagni un forte aumento della litigiosità, finalizzato alla ricerca di responsabili ai quali imputare molti dei danni che si sono verificati. E’ quindi importante ben valutare tutti gli aspetti relativi alle responsabilità legate all’attività d’impresa e proteggersi con adeguati prodotti assicurativi quali la polizza D&O a favore di società, soci, amministratori e altri soggetti apicali e di Tutela Legale a copertura delle spese.
La trasversalità dei rischi cui l’azienda è esposta implica la necessità di predisporre nuovi processi per garantire flussi di informazione adeguati e tempestivi e permettere le corrette scelte aziendali in un contesto ad elevata volatilità. E’ quindi importante predisporre una task force con i rappresentati delle principali funzioni aziendali, che riporti direttamente agli amministratori sull'evoluzione dei rischi aziendali e sull'avanzamento delle azioni intraprese per la mitigazione degli stessi in modo costante.

COMPILA IL MODULO PER RICHIEDERE INFORMAZIONI