La Business Continuity per aumentare la resilienza in azienda

Un’impresa deve essere in grado di gestire i rischi aziendali nel modo più efficiente possibile. La consulenza aziendale e le assicurazioni possono costituire un aiuto fondamentale.

 

Le aziende sono esposte giorno per giorno a una serie di rischi, dagli sbalzi del mercato finanziario ed economico ai cambiamenti climaticiIncidenti, situazioni di crisi o interruzioni produttive con assenze prolungate dal mercato possono compromettere la capacità operativa e la sopravvivenza dell’impresa. Ecco perché la resilienza è una caratteristica fondamentale che le aziende devono avere per restare in salute sul mercato.

Essere resilienti vuol dire migliorare la capacità di gestione e comunicazione della crisi, la rapidità di ripristino della continuità operativa e la sicurezza dei sistemi informativi. Quando si parla di continuità operativa, si intende la capacità di continuare a offrire prodotti o servizi a livelli accettabili a seguito di un incidente, ovvero la Business Continuity.

Logo Assiteca Academy e claim

WEBINAR ASSITECA academy

“La Business Continuity per aumentare la resilienza in azienda”

10 dicembre 2019

ISCRIVITI

I principi di un sistema di gestione della continuità operativa

Un sistema di gestione della continuità operativa (Business Continuity Management System, BCMS) è una metodologia organizzativa da attuare in modo globale, sviluppare e aggiornare continuamente, con lo scopo di identificare le potenziali minacce per l’organizzazione e fornire delle linee guida per assicurare una pronta risposta, che minimizzi eventuali interruzioni dell’operatività, difendendo gli interessi degli azionisti, la reputazione, il brand e renda l’azienda resiliente contro gli eventi contingenti.

Come predisporre un efficace Business Continuity Management System a tutela dell’impresa? Affidarsi a un broker assicurativo e consulente che adotta un approccio integrato alla gestione dei rischi aziendali può essere una risposta efficace.

Vediamo quali sono i principi di base della continuità operativa:

  • principio di responsabilità: tutti coloro che lavorano per un’azienda sono responsabile della gestione dei rischi che possono avere effetto sulla continuità dei processi operativi Ognuno, a qualunque livello si trovi, deve collaborare nel definire, implementare e mantenere un sistema di continuità aziendale capace di ridurre al minimo i rischi e l’impatto sul servizio ai clienti;
  • leadership e commitment: il management deve garantire e sostenere l’implementazione di un adeguato sistema di Business Continuity, con una condotta che valorizzi tutte le sue componenti. Il management deve poi fare da referente responsabile di controllare e confermare che le politiche stabilite per gestire la continuità aziendale siano allineate agli obiettivi di business e alla strategia aziendale;
  • principio di resilienza: ognuno in azienda deve essere in grado di adattarsi ad ambienti mutevoli e complessi, così da poter gestire gli imprevisti che dovessero influire negativamente sull’attività aziendale. È fondamentale promuovere un’adeguata cultura del rischio, come principio essenziale dell’azienda intesa come l’unione delle sue unità operative, della sua organizzazione e dei dipendenti. In questo contesto, l’impresa deve aver presente l’obiettivo di raggiungere un ottimo grado di resilienza, come capacità di evitare o mitigare i rischi che va oltre la normale esposizione al rischio;
  • risorse adeguate: l’azienda deve avere le risorse sufficienti per realizzare e gestire in modo adeguato il proprio sistema di gestione del rischio, assegnando il compito a risorse umane competenti, specializzate e con esperienza. L’azienda deve inoltre disporre di sistemi per gestire i dati e quanto attuato nell’ambito del piano strategico;
  • risk challenging e monitoraggio: occorre condurre una valutazione del rischio costante e lungimirante, finalizzata a stimare i diversi possibili scenari e i loro impatti. Il Business Continuity Management System deve comprendere meccanismi di verifica e il miglioramento continuo del sistema. Solo in questo modo, si possono individuare i nuovi rischi o scenari di emergenza che potrebbero impattare sul normale svolgimento dei processi chiave dell’azienda. La Strategia aziendale, il Piano di Continuità Operativa, l’analisi d’impatto sui vari processi e il Piano di Disaster Recovery devono essere testati ed esaminati con regolarità per gestire nuovi rischi o cambiamenti significativi nell’organizzazione, nei processi aziendali o nei requisiti normativi e garantire risposte sempre valide e aggiornate.

Gli obiettivi della Business Continuity

Un buon sistema di gestione della continuità operativa permette di:

  • garantire le funzioni essenziali e il servizio ai clienti;
  • assicurare l’incolumità del personale in caso di contingenza;
  • mantenere gli obblighi dell’azienda nei confronti dei dipendenti, dei clienti, degli azionisti e di parti terze;
  • ridurre al minimo possibili perdite finanziarie e i conseguenti impatti sulle attività aziendali;
  • contenere le conseguenze sull’operatività, predisponendo delle linee guida per recuperare e ripristinare le attività aziendali a seguito di una contingenza negativa;
  • preservare il brand e l’immagine aziendale, la credibilità e la fiducia degli stakeholder;
  • seguire correttamente gli obblighi e i requisiti normativi.

Gli step del sistema di gestione della continuità operativa

Il sistema di gestione della continuità operativa si compone di una serie di attività da realizzare in un ordine strategico definito:

  • Operational Risks Identification;
  • Crisis Management & Communication;
  • analisi di impatto (Business Impact Analysis), con relativa valutazione del rischio (scenari di emergenza);
  • strategia di continuità operativa (Business Continuity Strategy);
  • piano di continuità operativa (Business Continuity Plan);
  • piano di Disaster Recovery (Disaster Recovery Plan).

Occorre garantire la tracciabilità delle attività svolte per implementare il sistema di gestione della continuità operativa, attraverso la stesura di documenti specifici rappresentativi delle azioni e dei risultati raggiunti.

Il cosiddetto “processo di gestione della continuità operativa” prevede un aggiornamento continuo delle attività e delle misure adottate. È particolarmente importante stilare un documento di mappatura per chiarire i possibili fatti o atti per i quali potrebbe manifestarsi l’esigenza di aggiornamento del sistema di procedure, responsabilità o funzioni aziendali.

Approfondisci le diverse componenti di un corretto piano di Business Continuity seguendo il webinar di formazione ASSITECA academy.

COMPILA IL MODULO PER RICHIEDERE INFORMAZIONI