vacanze attenzione ai selfie sui social

Le migliori mete per le vacanze 2019: attenzione alle foto sui social, potrebbero annullare l’assicurazione

Dove andare in vacanza quest’estate? Qual è il mare più pulito? In ogni caso, fai attenzione a condividere sui social la tua partenza: potrebbe essere un invito al furto e annullare la polizza casa.

 

Le vacanze si avvicinano ormai per molti. Agosto, in particolare, è il mese più gettonato per le ferie estive. Il rischio è quello di spendere molto per partire e dover condividere panorami e soggiorni troppo affollati. Lonely Planet ci viene in soccorso, suggerendoci le migliori destinazioni per godersi bellezze incontaminate e tranquilli paradisi anche se si parte in agosto. Le giuste polizze viaggio e assicurazioni casa contribuiscono poi a rendere la vacanza piacevole e priva di preoccupazioni, mettendo al riparo noi e i nostri beni. Basta non essere troppo “social”…

Post delle vacanze su Facebook e Instagram: rischiano di invalidare l’assicurazione casa

Attenzione all’abitudine di condividere sui social media le nostre vacanze con selfie, conti alla rovescia e post che annunciano la partenza. Il nostro entusiasmo sul web potrebbe creare più problemi di quello che pensiamo.

In Galles, la Polizia ha spiegato che la condivisione di stati e foto sui social media permette ai malintenzionati di sapere che la nostra casa è incustodita e possono tranquillamente programmare un furto. Secondo il North Wales Live, recenti statistiche sui furti nelle case del Regno Unito confermano che la maggioranza di incursioni dei ladri nelle abitazioni avviene quando il proprietario è assente: mantenere alto il livello sicurezza nei periodi di lontananza è quindi essenziale.

Un sondaggio dell’assicuratore Admiral, ha rilevato che il 36% degli utenti britannici dei Social media hanno parlato delle proprie future vacanze sui propri account. Il 40% degli utenti di Facebook taggano anche la propria posizione mentre si trovano all’estero, sottolineando la propria lontananza da casa.

Non si tratta solo di un invito ad agire per i ladri: non molti sanno che pubblicare su Facebook, Twitter e Instagram post con gli aggiornamenti delle proprie vacanze, possono inficiare la validità dell’assicurazione sulla casa.

Nel caso si verifichi un sinistro, alcuni assicuratori potrebbero giudicare la pubblicazione delle foto durante l’assenza da casa una pratica pericolosa. Le compagnie chiedono infatti ai proprietari dell’abitazione di prendersi “ragionevole cura” della loro proprietà e la pubblicazione di post che attesta la nostra lontananza da casa non rispetta questo parametro. C’è il rischio reale di vedersi annullare la polizza e la richiesta di indennizzo. Meglio pubblicare le foto delle vacanze una volta tornati.

Le mete da sogno di quest’estate

Ecuador

L’Ecuador racchiude tutto il meglio del Sud America. Ci sono vette magnifiche, come quella del Cotopaxi, lungo la “Via dei vulcani” e un gran numero di specie animali da osservare nel cuore dell’Amazzonia, alle Galapagos e nella foresta nebulare del Nord.

Gli altipiani e la foresta vivono ad agosto la loro stagione secca, il periodo ideale per godere delle attrattive del paese e fare rafting nei suoi molti fiumi.

È possibile passeggiare tra mercati locali come quelli di Otavalo, Saquisilí e Zumbahua. A Ingapirca si possono ammirare le rovine Inca, mentre a Quito e Cuenca esempi di architettura coloniale.

Pernottare in Ecuador, inoltre, è solitamente economico.

Ecuador

Isole Cook

Le isole Cook sono un vero e proprio paradiso, situato nel Sud Pacifico. Danno il meglio di sé proprio ad agosto, quando le piogge diventano rare e le lagune turchesi, calde e cristalline, perfette per fare snorkelling tra i coralli.

Rarotonga è l’isola più grande dell’arcipelago e la più visitata, ricca di coni vulcanici che spuntano dalle acque dell’oceano.

Le “notti dell’isola” sono animate da balli maori, canti e kai (cibo) locali. Se invece cercate il relax, dirigetevi verso Aitutaki, un idillio desertico con acque calde e una laguna mozzafiato.

isole cook

Islanda

L’Islanda è uno dei luoghi più isolati del pianeta e agosto è l’unico periodo dell’anno in cui le condizioni climatiche non sono proibitive. Vi aspettano atmosfere uniche, tra campi di lava, crateri vulcanici, aspri paesaggi rocciosi, interrotti da laghi dalle acque turchesi come il Víti nella vasta caldera dell’Askja

L’isola riserva montagne come l’Herdubreid, detta anche ‘Regina del deserto’, formazioni uniche come quelle delle caverne di ghiaccio a Kverkfjöll. Si possono osare escursione a piedi, oppure, una volta atterrati a Reykjavík, si può noleggiare un fuoristrada per spostarsi. La strada meno impegnativa è la Kjölur, che d’estate è percorsa anche da un autobus.

Per pernottare nei rifugi è meglio prenotare con largo anticipo, per essere sicuri di trovare posti liberi.

islanda

Malawi

Il Malawi ad agosto offre giornate serene, notti fresche e una maggiore probabilità rispetto agli altri periodi dell’anno di avvistare la ricca fauna che popola i parchi naturali. La Majete Wildlife Reserve ospita i Big Five, i cinque più grandi animali del pianeta, mentre il Liwonde National Park è per chi ama elefanti, antilopi e ippopotami.

Si possono ammirare montagne stupende come il Mount Mulanje, è possibile riposarsi lungo le magnifiche spiagge del Lago Malawi o spostarsi in kayak tra le sue rigogliose isole.

Malawi

Sri Lanka

La zona nord-orientale dello Sri Lanka ad agosto è la meta perfetta per poltrire in pace su una spiaggia bianca in riva all’Oceano Indiano. Mentre la regione sud-occidentale è piovosa in questo periodo, qui troverai cieli azzurri, acque calde e condizioni ideali per il surf, particolarmente ad Arugam Bay.

Nella zona centrale interna, si consiglia di visitare la fortezza di Sigiriya e il centro spirituale di Kandy, magari durante i festeggiamenti per l’Esala Perahera, la festa dedicata a una reliquia, il dente di Buddha. Da provare le eccellenti specialità speziate della cucina locale, a prezzi più che accessibili.

La costa non ha molte strutture ricettive, ma anche per questo le spiagge sono tranquille e bellissime, specialmente quelle di Nilaveli, Uppuveli e Passikudah.

Sri Lanka

Brasile Nord Orientale

Jericoacoara e tutto il tratto di costa brasiliana da Sao Luìs a Fortaleza offrono spiagge paradisiache, la possibilità di praticare sport acquatici come surf, windsurf, kitesurf e di prendere lezioni di capoeira.

Il Parque Nacional dos Lençois Maranhenses ha un’ampia distesa di dune sabbiose intervallate da meravigliose piscine naturali, mangrovie, lagune e tartarughe. Si può inoltre ammirare il Pôr do Sol di Jeri, la cosiddetta “duna del tramonto”, uno dei pochi luoghi al mondo da cui si può vedere il “raggio verde”, una striatura luminosa color smeraldo che attraversa per un attimo il sole che scompare dietro l’orizzonte.

Brasile

Papua Nuova Guinea

La Papua Nuova Guinea è la meta degli esploratori e degli intrepidi che cercano un viaggio emozionante e pieno di scoperte.

Il periodo ideale per avventurarsi in queste terre selvagge è proprio agosto: la probabilità di pioggia è minima e tra le foreste risuonano i canti tradizionali della festa dei coccodrilli del fiume Sepik ad Ambunti, e della festa culturale del Monte Hagen, entrambi luoghi di raduno delle tribù locali. Puoi percorrere il sentiero detto “Kokoda Track”, lungo circa 95 chilometri, e avvistare il bellissimo esemplare maschio dell’uccello del paradiso, soprattutto da agosto a febbraio. Se invece cerchi un po’ di relax, tra un’esplorazione e l’altra, le spiagge non mancano.

Meglio scegliere un tour guidato, perché viaggiare autonomamente può essere complicato, a causa delle scarse infrastrutture e molte zone accessibili solo in aereo o nave.

Papua Nuova Guinea

Assicurazione viaggi: perché è importante

Quest’anno, il 61% degli italiani ha pianificato una vacanza, l'1% in meno dello scorso anno.

Molti resteranno in Italia, altri si sposteranno in Spagna, Francia e Grecia. Sono le informazioni fornite da Europ Assistance che ha anche stimato il budget medio di spesa, pari a 1.7oo euro circa per i viaggiatori italiani, mentre la media europea di spesa si prevede di circa 2mila euro.polizze viaggio rischi percepiti e coperti

Ancora pochi usano stipulare una polizza viaggi prima di partire. Eppure, una buona assicurazione permette di vivere le ferie senza troppe preoccupazioni.

Si assicura prevalentemente chi si dirige in posti lontani, a rischio o dove le spese sanitarie da sostenere per eventuali cure sono molto elevate. Secondo i dati di vendita dei primi mesi del 2019 delle polizze Europ Assistance, le destinazioni più assicurate sono Giappone, Stati Uniti, Canada, Thailandia e Russia, dove la polizza è necessaria per ottenere il visto, e il Marocco.

Ormai i rischi protetti sono molti, dalle spese mediche all'annullamento del viaggio, garanzia amata da chi prenota voli low cost, più rigidi sui cambi di data. Tra le coperture più richieste, anche la revoca ferie.

Stando alla ricerca Europ Assistance realizzata da Ipsos, due europei su tre sono assicurati per problemi di salute o per i guasti al veicolo (il 66%). Gli italiani si assicurano molto meno rispetto al resto degli europei.

Tra le coperture ancora poco gettonate, ci sono quella che copre dai ritardi nei trasporti, il cui utilizzo è però in aumento del 5% rispetto all’anno scorso, e quelle per il rischio di attacco terroristico, acquistata da un italiano su quattro e da un europeo su tre.

Il ventaglio delle coperture disponibili è comunque in continuo aumento e un intermediario assicurativo può aiutarti a scegliere le coperture di maggiore utilità e interesse nel tuo caso specifico.

 

L’Italia come località di mare: il 90% delle acque di balneazione è eccellente

L’acqua dei nostri litorali entra nella top ten dei 28 Paesi, aggiudicandosi il nono posto, per l'ottima qualità delle acque di balneazione: è stata classificata come “eccellente e buona” per il 95,2% del totale, superando la media Ue dell’85%. L’Italia fa meglio di Spagna (87%), Francia (78,8%) e Svezia (72,7%), ma peggio di Germania (92,7%) o Grecia (97%). In vetta alla classifica Cipro, con il 99,1% di acque balneabili eccellenti, seguita da Malta (98.9%), Austria (97.3%) e Grecia (97%).

Sono i dati pubblicati nel Rapporto annuale sulle acque balenabili 2018 della Commissione europea e dell'Agenzia Ue per l'ambiente (Eea), che valuta la qualità delle acque balneari negli stati membri.

Il nostro Paese ha il maggior numero di acque di balneazione, circa un quarto del totale di quelle europee (22.131): 5.539 totali, di cui 4.871 marine e 668 interne. Seguono la Francia con 3.351, la Germania con 2.289 acque interne, la Spagna con 2.228 e la Grecia con 1.598.

La ricerca sottolinea l'ottima qualità delle acque italiane, che presentano una qualità eccellente nel 90% (in 4987 siti) e un livello qualitativo buono nel 5,2% (279 siti).

Tra le restanti acque balneabili dell'Ue, il 2,1% risulta di qualità sufficiente, l'1,6% scarsa e l'1,2% non classificata per campionamenti insufficienti. Entrano nello studio 72 nuove acque balneabili monitorate dal 2015 al 2018, molte delle quali sono “acque ferme” concentrate nella zona del lago di Como.

C’è una pecca: l'Italia presenta anche il maggior numero di siti con acque balneabili interne e costiere di scarsa qualità: 89 e in aumento, peggio di Francia (54) e Spagna (50).

COMPILA IL MODULO PER RICHIEDERE INFORMAZIONI