scatola nera

Sconti certi per chi installa la scatola nera

Sconti garantiti sull’assicurazione auto a chi installa la scatola nera. La commissione Industria del Senato ha approvato ieri il disegno di legge sulla Concorrenza, il DDL che contiene fra gli altri anche emendamenti su taxi, il servizo Uber, le farmacie e l’energia e che tornerà in Senato a settembre per poi essere approvato definitivamente dalla Camera.

Gli emendamenti prevedono che le compagnie assicurative applichino sconti obbligatori sulla polizza Rc auto agli automobilisti che installano la scatola nera (i costi di installazione devono essere a carico delle compagnie) e sconti ulteriori a chi non abbia provocato incidenti con responsabilità esclusiva, principale o paritaria negli ultimi 4 anni, sempre che abitino nelle province in cui avvengono più sinistri,  che tradizionalmente pagano premi più elevati.

Si ipotizza che lo sconto possa arrivare al 15/20% del costo medio della polizza, soprattutto nelle province del centro sud nelle quali la copertura assicurativa ha prezzi più elevati che nel resto d’Italia e la scatola nera, in province come Napoli e Caserta, è già utilizzata dal 40% degli automobilisti.

Sarà l’Ivass, l’istituto di vigilanza sulle assicurazioni, a dover stabilire un regolamento per fissare modalità e criteri a cui le compagnie dovranno attenersi.
Lo stesso Istituto avrà inoltre il compito di monitorare le offerte commerciali delle assicurazioni e valutare eventuali segnalazioni da parte delle associazioni dei consumatori.

E’ probabile che vengano apportate ulteriori modifiche a quanto proposto fin d’ora, considerando a che il parere negativo dell’Ania, l’associazione delle Aziende assicurative, che sostiene che le nuove norme sugli sconti contraddicono il principio della concorrenza e scompenserebbero l’attuale equilibrio del sistema RC, redistribuendo i costi tra gli assicurati a danno dei più virtuosi.

Assicurazioni salva vacanze

Le polizze assicurative salva-vacanze

Si parte carichi di voglia di relax, divertimento, nuove esperienze. Che la meta sia il mare, la montagna o le città d'arte, poco cambia: il clima è un elemento fondamentale per poter godere appieno del tempo libero.

E se la vacanza al mare si trascorre più sotto l'ombrello che non sotto l'ombrellone? Ci sono località turistiche che per coccolare i propri clienti hanno pensato proprio a tutto, persino a polizze assicurative ad hoc a tutela dell'abbronzatura. A Cesenatico vengono offerte lampade abbronzanti in caso di maltempo, mentre in molte località rinomate della Riviera Adriatica, da Jesolo fino a Pesaro, se il clima guasta la vacanza vengono offerti week end riparatori, così da fidelizzare il cliente e fargli apprezzare le bellezze e i servizi del luogo.

Assicurazioni salva vacanza protagoniste anche a Rimini: con 4 euro si è certi di non perdere del denaro qualora il soggiorno dovesse essere interrotto per cause di forza maggiore.

Molte le offerte e i rimborsi per i turisti: a Viareggio, neanche fosse un supermercato, si pagano 2 giorni di spiaggia anzichè 3 per fermarsi dal venerdì alla domenica, a Napoli le visite nei musei sono gratuite, in Liguria bici a disposizione di tutti e in alcuni stabilimenti balneari sono a disposizione persino biblioteche e prese per ricaricare tablet e smartphone.

Volete saperne di più sulle offerte dell'estate per partire sereni? Ecco l'Articolo di Repubblica - assicurazione vacanze

 

 

Polizza assicurativa

Polizze, più chiarezza per i consumatori

Informazioni più chiare, comprensibili, che siano spiegate e approfondite attraverso domande e risposte semplici. Una lettura di poche pagine che possa essere accessibile a tutti e consenta, grazie alle informazioni essenziali esposte in una nuova forma standardizzata, di capire le garanzie incluse nel prodotto e poterle confrontare con quanto presente sul mercato.

Tre sole pagine per un’assicurazione RC auto, cinque pagine per un prodotto Rc auto con coperture non obbligatorie auto rischi diversi.

Altra novità: nessun rinvio alle condizioni di polizza e ai riferimenti normativi, se non strettamente necessario.

Obiettivo chiarezza, insomma: l’Ivass pone in pubblica consultazione la nuova nota informativa per i rami danni, che dovrà essere consegnata al cliente prima della sottoscrizione della polizza.

Il documento è stato elaborato da Aiba, Ania, Acb, Unapass, Sna, associazioni dei consumatori e da alcune imprese. L’intervento normativofa parte delle misure di semplificazione attuate da IVASS èper agevolare il rapporto fra imprese, broker assicurativi e consumatori. Anticipa inoltre il documento relativo alle polizze danni già previsto dalla direttiva sulla distribuzione assicurativa.